Come si calcola

L’importo del tributo presente nell'avviso di pagamento è stato calcolato applicando il Piano di Classifica approvato dal Consiglio dei Delegati deliberazione n. 13, seduta n. 4 del 29 Giugno 2007, sul quale ha espresso il visto di legittimità e merito la Provincia di Grosseto con Delibera di Giunta n. 167 del 11 Settembre 2007.

Nella redazione del suddetto Piano si è tenuto conto del rapporto di beneficio, derivato dall’attività del Consorzio, tra i vari immobili ubicati nel territorio di competenza composto da 13 Comuni: Grosseto, Gavorrano, Castiglione della Pescaia, Campagnatico, Cinigiano, Arcidosso, Civitella Paganico, Magliano in Toscana, Massa Marittima, Orbetello, Roccalbegna, Roccastrada e Scansano.

In detto Piano è stato studiato il diverso comportamento idraulico, l’intensità delle opere e l’attività di manutenzione, la diversa entità del rischio cui sono soggetti gli immobili a seconda delle caratteristiche intrinseche dei suoli, la diversa entità del valore fondiario o del reddito che, a parità di rischio idraulico e di comportamento dei suoli, viene tutelato e valorizzato dall’attività della bonifica.

Per quanto sopra esposto il criterio di riparto, stabilito dal Piano di Classifica è determinato utilizzando opportuni parametri tecnici ed economici, basati sulla stima dei benefici che ogni immobile consegue in termini di sicurezza idraulica, manutenzione, difesa e valorizzazione del bene e pertanto del servizio consortile goduto ed applicato all’interno del perimetro del comprensorio consortile definito dalla D.C.R.T. n. 315/96 e dallo statuto.

Ne consegue che il beneficio da considerare corrisponde da un lato alla diversa misura del danno che viene evitato con l’attività di bonifica e dall’altro dai valori fondiari o redditi che vengono preservati o incrementati.

Gli oneri di gestione e la programmazione della manutenzione ordinaria, approvata e pubblicata nel rispetto della normativa vigente in materia ed allegata al Bilancio di previsione annuale, nonché le spese di funzionamento del Consorzio (art. 16 L.R. 34/94 e s.m.), sono a carico dei contribuenti e ripartiti sulla base del piano di classifica che, utilizzando indici tecnici ed economici, quantifica i rapporti di beneficio tra tutti gli immobili ricadenti nel comprensorio e garantisce il corretto esercizio impositivo.

La base di calcolo è la rendita catastale per i fabbricati ed il reddito dominicale per i terreni ai quali è applicato l’indice di beneficio del Foglio di mappa del relativo Comune.

Il Tributo è il prodotto della Rendita Catastale con l’indice economico (Fabbricati) o il Reddito Dominicale (Terreni) con l’indice idraulico e con l’aliquota unica di contribuenza.

  • R.C. x Ind. Econ. x Ind. Idr. x Aliquota = Tributo Fabbricati
  • R.D. x Ind. Idr. x Aliquota = Tributo Terreni

R.C.= Rendita Catastale di ogni singola particella fabbricati; la R.C. delle categorie speciali D e A/10 viene abbattuta del 50%, mentre quella della categoria C/1 del 34%;

Ind. Econ.= Indice economico da applicare alla Rendita Catastale, quantificabile in una percentuale del 10, 14 e 30 corrispondenti al valore del suolo; il 10% viene applicato alle abitazione denominate “case sparse”, il 14% viene applicato alle abitazioni facenti parte gli agglomerati urbani ed il 30% viene applicato alle abitazioni ubicate lungo la costa;

R.D.= Reddito Dominicale di ogni singola particella terreni;

Ind. Idr. = Indice Idraulico è la composizione dell’indice di rischio (densità esercizio, intensità comportamento) e dell’indice di comportamento, è diverso per ogni Comune e per ogni Foglio Catastale nel quale ricade l’immobile e si può ricavare dal Piano di Classifica pubblicato nel Nostro sito Internet;

Aliquota = Aliquota unitaria di contribuenza.

Per i fabbricati allacciati alla pubblica fognatura ricadenti nei centri urbani viene applicato l’abbattimento AATO, come disciplinato dalla L.R. n. 38/2003  e L.R. n. 3/2004.

La percentuale di abbattimento da applicare all’immobile allacciato alla fognatura viene calcolata considerando il rapporto tra i volumi delle acque reflue annualmente sversati nei corpi recettori in manutenzione al consorzio ed il volume medio annuo di pioggia affluita alle medesime reti in funzione dei volumi sversati in ogni singolo Comune.